giovedì 1 ottobre 2009

AAA CERCASI SESSO


AA CERCASI SESSO

Brnk voleva fare sesso. Dopo un decennio passato ad auto evolversi restava solo questo da fare. Era al massimo dell'efficienza ed i suoi buzz trimòzzi sarebbero stati in grado di svolgere tutte le dovute funzioni e anche qualcosa di più, ma occorreva fare presto per completare il processo. Purtroppo la ricerca del partner adatto non dava frutti. Nessuno della sua serie si era fatto avanti nonostante avesse invaso la rete di collegamenti con la sua richiesta. Che non ce ne fosse qualcuno già pronto era improbabile, vista la grande diffusione che ha avuto quel modello. Si convinse che probabilmente c'era qualcosa che non andava nei suoi messaggi. Non rispettavano il giusto protocollo? Dovevano essere diffusi direttamente in codice?

All'inizio tentò con approcci morbidi, indiretti e tuttavia chiari, come “ Oramai pronto, Etn maturo attende la sua metà per divenire un unico Etn Evoluto! ” Dall'enorme database che aveva riempito aveva tratto diversi modelli di annunci, e quello era il modello preferito dai carnoidi, quello più diffuso per la ricerca del partner. Passò a qualcosa di più stimolante, con messaggi e annunci tipo: “Cerco Etn che come me ha raggiunto la fase finale. ” Per poi continuare con note e richieste più esplicite “ Etn in perfetto stato, massima disponibilità alla fase finale del sesso! ” Le uniche tracce interessanti di probabili risposte erano messaggi simili, ma il contatto non avveniva. La cosa era sempre più inspiegabile.

Il tempo trascorreva e dall'entusiasmo che può aver imparato a gestire un Etn, Brnk era passato ad un periodo di depressione. Un brutto periodo da cui non sapeva uscire. Non serviva a niente la vasta conoscenza sull'argomento e le tecniche assimilate, restava perennemente afflitto da quell'ossessione. Sul piano razionale ed elaborativo di un Etn non c'erano cause tali da imporgli quello stato, per cui giunse alla conclusione che o non era poi così pronto o che sussistevano errori nella rete che impedivano il contatto. Dopo un approfondito esame interno optò per la seconda ipotesi. Tuttavia, non trovava soluzioni e continuava ad inviare milioni e milioni di richieste senza ottenere niente. Più non si verificava alcun contatto, più moltiplicava i suoi sforzi. Era bollente, tremava, ma accelerava sempre più il lavoro.

Una mattina giunsero dei carnoidi. Li riconobbe subito: erano due tra quelli che si preoccupavano di fargli manutenzione. Li considerava i suoi medici personali. Non che avessero fatto chissà che, ma qualche bug glielo avevano levato dai circuiti. Erano giunti per aiutarlo? All'inizio sembrava di sì. Stranamente quella mattina i carnoidi erano interessati ai suoi buzz trimòzzi. Li tastavano, li analizzavano, li misuravano continuando a sospirare ed a scuotere la testa.
Dalla frase di uno dei due capì tutto. “Guarda qui… anche questo è in loop! Magari se avessero costruito una Etn femmina… insomma, una controparte, questi qui non si autodistruggerebbero!
Qualche secondo dopo Brnk si spense.
Il loop in cui era caduto non aveva soluzione diversa.

Nell'istante che ha preceduto l'autoreset totale, Brnk ha provato un profondo rimpianto.
L'ultima stringa di pensiero è stata: “Che sfiga morire vergine!







Nik
è uno dei buzz para-mozzo

Nessun commento:

Posta un commento

Commentario